MADAGASCAR - Antananarivo

L'Isola dei Contrasti

  • Turismo Responsabile , Tour guidato
  • 15 giorni / 14 notti
  • Come da Programma

Il Madagascar è un Paese con una natura straordinaria. Molte specie di piante e animali sono endemici e presenti solo su questa grande isola. Con passeggiate e trekking si percorrono alcuni sentieri all'interno dei parchi, per conoscere la ricchissima flora e la particolare fauna. Si potranno visitare alcune di queste meravigliose aree verdi: un'intera giornata dedicata alle escursioni nel Parco Nazionale di Ranomafana che proteggere due rare specie di lemuri; il Parco Nazionale dell’Isalo racchiude luoghi di selvaggia bellezza e paesaggi magnifici, con pianure erbose intervallate da pinnacoli scoscesi di roccia da vallate, cascate, canyon e piscine naturali; la riserva di Perinet, una vasta regione di colline coperte da densa foresta primaria, con un'escursione notturna a piedi, per cercare di avvistare alcune specie animali; la foresta pluviale di Analamazaotra, territorio di alcune famiglie di indri, il più grande dei lemuri.
Si visitano cittadine tipiche come Antsirabe, capitale malgascia al tempo della colonizzazione francese, centro industriale e commerciale (pietre semi-preziose). L'isola è anche famosa per il suo artigianato caratteristico: Ambositra è la capitale dell'artigianato (che viene venduto anche attraverso il commercio equo e solidale), mentre Ambalavao è famosa per la produzione della bellissima carta antemoro creata artigianalmente da fibre vegetali. Nei programmi che esplorano il centro-sud del Paese, prima di far rientro nella capitale Antananarivo, si raggiungerà in barca Anakao, per alcuni giorni di mare, gite e relax. Si tratta infatti di due villaggi di pescatori vezo con un’incantevole spiaggia di sabbia bianca a forma di mezzaluna e un mare color turchese.

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Dettagli

PROGRAMMA DI VIAGGIO

1° giorno
ITALIA – PARIGI - ANTANANARIVO
Partenza per Antananarivo con volo di linea Air France. Arrivo e trasferimento in hotel. Come molte altre capitali africane, Antananarivo è affollata e rumorosa. Il cuore della città bassa è Arabenny Fahaleovantena, più conosciuta come Avenue de l’Independance, ed è sempre pieno di mercati all’aperto permanenti. Pernottamento ad Antananarivo presso l’Hotel Combava o similare.

2° giorno
ANTANANARIVO/ANTSIRABE (170 km)
Dopo la colazione, partenza per Antsirabe, situata al centro di un paesaggio vulcanico, a 1.500 m di altitudine. Lungo il percorso sosta presso Ambatolampy cittadina dell'altopiano dove si è sviluppato un insolito artigianato molto rudimentale per la produzione di pentole in alluminio utilizzate in tutta l'isola. Proseguimento per Antsirabe e visita nel pomeriggio: fu fondata come centro sanatoriale dei missionari norvegesi che furono attratti qui dal clima fresco tipico degli altipiani e dalle sorgenti terapeutiche. In seguito venne utilizzata dai colonizzatori francesi come località termale e stazione climatica. Oggi questa cittadina dall’aspetto ottocentesco e invasa da coloratissimi pousse pousse (tipico mezzo di trasporto locale simile al risciò), è il più importante centro del Paese per la produzione e il commercio di minerali, pietre preziose e semi-preziose. Possibilità di visitare un negozio di gemme per vederne le qualità e la lavorazione. Sistemazione in albergo. Mezza pensione. Pernottamento presso l’Hotel Cristal o similare.


3° giorno
ANTSIRABE – AMBOSITRA – RANOMAFANA (255 km)
Partenza per Ranomafana. Procedendo verso sud, soste ad Ambositra cittadina famosa per l’artigianato che viene prodotto nei villaggi limitrofi, tra cui manufatti in legno, cesti di rafia, dipinti, e pietre lavorate; ad Ambohimahasoa per il pranzo animato da una danza tradizionale. Continuazione per Ranomafana. Arrivo e sistemazione presso l’Hotel Le Grenat o similare. Pensione completa.

4° giorno
PARC NATIONAL DE RANOMAFANA
Intera giornata dedicata alle escursioni all’interno del Parco Nazionale di Ranomafana. I 41.600 ettari del parco sono costituiti da colline coperte da foreste e solcate da numerosi piccolo corsi d’acqua che attraversano la fitta vegetazione per gettarsi nell’impetuoso fiume Namorona. Il parco è stato fondato nel 1986 per proteggere due rare specie di lemuri: l’apalemure dorato e l’apalemure dal naso largo. Oltre a queste due specie ne ospita altre 10 di lemuri, di cui è probabile incontrarne alcune durante le escursioni, varie specie di uccelli, camaleonti, rane e magnifiche orchidee. Mezza pensione. Pernottamento presso l’Hotel Le Grenat o similare.

5° giorno
RANOMAFANA – RANOHIRA/ISALO (350 km)
Continuazione del viaggio verso sud. Sosta presso Ambalavao, cittadina famosa per la produzione della bellissima carta antemoro, adornata con fiori e foglie. Visita della cartiera per assistere al processo di lavorazione e osservare le donne che creano questa famosa carta. Si procede verso Ihosy, capoluogo dell’etnia Bara. A differenza della maggior parte delle tribù malgasce, i bara praticano la poligamia. Gli uomini bara rivolgono grandi attenzioni al bestiame anche perché credono che il valore di un uomo si misuri in base al numero di zebù che possiede. Si visita un piccolo parco nelle vicinanze, il Parco Anja, per cercare i lemuri dalla coda ad anello e si riparte alla volta di Ranohira attraversando il vasto 'Plateaux de Horombe' dove pascolano centinaia di zebù in libertà. Arrivo e sistemazione in albergo. Mezza pensione. Pernottamento presso l’Hotel Orchidée de l’Isalo o similare.

6° giorno
PARC NATIONAL DE L’ISALO
Creato nel 1962, il Parco Nazionale dell’Isalo copre una superficie di 81.540 ettari dell’omonimo massiccio di arenaria, profondamente scavato dall’erosione. Il parco racchiude luoghi di selvaggia bellezza e paesaggi straordinari. Le pianure erbose sono intervallate da grandi pinnacoli scoscesi di roccia rossastra, da vallate, cascate e canyon. La giornata è interamente dedicata al trekking all’interno del bellissimo parco che merita di essere visitato non solo per i suoi paesaggi, ma anche per le sue rare piante, gli uccelli, gli animali, le grotte e le graziose piscine naturali. Si visiteranno il Canyons des Singes per cercare 3 diverse specie di lemuri (il catta, il lemure bruno e il sifaka bianco), le piscine naturali e alcune zone ricche di piante endemiche. Rientrati al villaggio, visita dell’Interpretation Centre dove si possono reperire notizie sulla geologia, storia, flora e fauna del parco dell’Isalo. Nel tardo pomeriggio, accompagnati dai caldi colori del sole che accarezzano dolcemente il paesaggio, escursione alla famosa “finestra sull’Isalo”, da dove è possibile ammirare il paesaggio ammantato dalle calde sfumature del tramonto. Mezza pensione. Pernottamento presso l’Hotel Orchidée de l’Isalo o similare.

7° giorno
PARC NATIONAL DE L’ISALO – TULEAR (224 km)
Al mattino camminata attraverso alcune gole per raggiungere la bellissima Cascade des Nymphes. Nel pomeriggio, trasferimento a Tulear: il paesaggio che si incontra lungo il percorso si farà sempre più arido e la flora si arricchirà di piante grasse e spinose. Arrivo e sistemazione in albergo. Mezza pensione. Pernottamento presso l’Hotel Victory o similare.

8°-9°-10° giorno
ANAKAO
Breve trasferimento in barca ad Anakao, 40 km a sud di Tulear. Si tratta di due villaggi di pescatori vezo con un’incantevole spiaggia di sabbia bianca a forma di mezzaluna e un mare color turchese, che si stagliano contro lo sfondo verde scuro degli alberi. Anakao è un luogo ideale per riposarsi, fare qualche immersione o ammirare le centinaia di canoe colorate che partono per la pesca ogni mattina. La maggior parte dei punti di immersione si trova intorno alla vicina isola di Nosy Ve, un antico covo di pirati, oggi frequentata da chi vuole esplorare la barriera corallina e dai pescatori Anakao. L’isola è riserva naturale marittima. Nelle tre giornate libere è possibile organizzare in loco delle escursioni facoltative come quella per uscire a largo e avvistare le balene. Tre pernottamenti in mezza pensione presso l’Hotel Safari Vezo o similare.


11° giorno
ANAKAO - TULEAR – ANTANANARIVO
Trasferimento a Tulear, capoluogo del sud. Se l’orario del volo lo consente, visita al mercato delle conchiglie e al giardino botanico. Al mattino e nel tardo pomeriggio la cittadina si anima, quando arriva il pesce portato dalle barche da pesca, le signore dagli abiti colorati prendono posto in una grande aiuola che diventata il mercato delle conchiglie, in attesa che qualcuno ne compri una e permetta loro di fare acquisti per la famiglia. Visita inoltre dell’Arboritum di Antsokay (situato 12 km a sud di Tulear), un parco botanico creato nel 1980 da Hermann Petignat, un amatore botanico svizzero. Vi sono conservate circa 900 specie di piante di cui il 90% endemiche e l’80% con proprietà medicinali. Trasferimento all’aeroporto di Tulear. Volo nazionale per Antananarivo. Arrivo e trasferimento in hotel. Mezza pensione. Pernottamento presso l’hotel Combava o similare.

12° giorno
ANTANANARIVO - PERINET (150 km)
Partenza via terra per il Perinet. Arrivo e sistemazione in albergo. Nel pomeriggio si inizia la visita della foresta pluviale di Perinet. La riserva è situata sulla costa centro orientale del Madagascar e occupa una superficie di 12.810 ettari su una vasta regione di colline coperte da una densa foresta primaria ad un’altitudine compresa tra i 930 e i 1.040 m. Comprende due distinte aree: la Riserva speciale d'Indri d'Analamazaotra (210 ettari) e il Parco Nazionale di Mantadia. Esplorazione dell’area di Vakona ed escursione notturna a piedi, costeggiando la riserva: con un po’ di fortuna si possono avvistare diverse specie animali tra cui il tenrec, microcebi e chirogalei. Mezza pensione. Pernottamento presso l’Indri Lodge o l’Hotel Feon’ny Ala con semplici bungalow in splendida posizione sul limitare della foresta da cui è possibile udire le grida degli indri.

13° giorno
PARCO NAZIONALE DI MANTADIA
Intera giornata dedicata alla visita del Parco Nazionale di Mantadia ricoperto da lussureggiante foresta pluviale arricchita da numerose specie di orchidee e da varie specie di ninfee, che rivestono la superficie del Lac Rouge. Ospita un vasto campionario di biodiversità tra cui molte specie endemiche in pericolo di estinzione. Nel parco vivono 11 differenti specie di lemuri, rettili, pipistrelli e numerose specie di uccelli. Mezza pensione. Pernottamento presso l’Indri Lodge o l’Hotel Feon’ny Ala.

14° giorno
PERINET (RESERVE SPECIALE D’ANALAMAZOATRA)- ANTANANARIVO - PARIGI
Ancora una mattinata di esplorazione della foresta pluviale con la visita della riserva di Analamazaotra che costituisce l’altra parte della riserva di Périnet. La si esplora camminando: ci sono diversi circuiti, più o meno lunghi, che attraversano la vegetazione lussureggiante, toccano i due laghi principali, il lago Verde ed il lago Rosso coperto di ninfee, ed il territorio di alcune famiglie di indri. L’indri, nella lingua malgascia bobakoto, è il più grande dei lemuri, una specie arboricola che si alimenta prevalentemente di foglie e germogli ma anche di fiori e frutti, e si sposta in piccoli gruppi familiari composti dai due a i sei individui. Essendo strettamente diurno, il momento migliore per vedere l’indri è al mattino; il loro grido è udibile fino a 3 km di distanza. Oltre agli indri, nella riserva sono presenti altre 10 specie di lemuri. Partenza per Antananarivo. Lungo il percorso sosta nella cosiddetta “fattoria dei rettili” per vedere camaleonti e farfalle. Stanza in albergo a disposizione fino alla partenza. Dopo cena, trasferimento in aeroporto per il volo internazionale notturno.

15° giorno
ANTANANARIVO – PARIGI - ITALIA
Partenza con volo di linea Air France per Parigi e coincidenza per l’Italia. Arrivo nel pomeriggio.

Il programma di viaggio può subire variazioni sia per quanto riguarda l'itinerario che gli incontri. Tali modificazioni possono essere determinate dalla momentanea indisponibilità della comunità ospitanti o da variazioni delle condizioni sociali ed ambientali che si determinano nel momento in cui si effettua il viaggio.

MODALITA’ DI EFFETTUAZIONE DEL VIAGGIO
Il viaggio, sulla base di due o quattro partecipanti, sarà accompagnato da un’autista locale parlante inglese o francese (a seconda delle esigenze dei viaggiatori) e guide locali nei singoli parchi. Con gruppi più numerosi, ove possibile, abbiamo previsto anche la presenza una guida nazionale parlante inglese (lingua italiana solo a seconda della disponibilità, da verificare al momento della prenotazione del viaggio). Gli spostamenti interni vengono effettuati con una macchina o un minibus forniti dai corrispondenti locali e un volo interno (o due a seconda del programma) di rientro nella capitale a fine viaggio. Gli alloggi utilizzati sono alberghi e piccoli lodge.

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Date e prezzi
Prezzo
dal 10/07/20 al 04/01/21
Quota per persona in camera doppia base 10 partecipanti
€ 1870
dal 10/07/20 al 04/01/21
Quota per persona in camera doppia base 2 partecipanti
€ 2200
dal 10/07/20 al 04/01/21
Quota per persona in camera doppia base 4 partecipanti
€ 2010
dal 10/07/20 al 04/01/21
Quota per persona in camera doppia base 6 partecipanti
€ 2040
dal 10/07/20 al 04/01/21
Quota per persona in camera doppia base 8 partecipanti
€ 1950

Supplementi

dal 10/07/20 al 04/01/21
Supplemento camera singola
€ 280
Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Incluso/Escluso

La quota si intende a persona ed è sempre soggetta a riconferma al momento della prenotazione.
Eventuali variazioni dipenderanno dalle tariffe aeree disponibili al momento e le quote potranno aumentare in date di alta stagione.

La quota di partecipazione comprende:
- assistenza all’arrivo e trasferimenti da e per aeroporti in Madagascar
- trasporti in mezzo privato
- autista parlante inglese
- sistemazioni in camera doppia
- strutture come da programma 
- mezza pensione (colazione e cena) e pranzo il giorno 3
- volo domestico Tulear-Antananarivo 
- ingressi nei parchi e guide locali per le visite 
- stanza in albergo in day use il giorno 14
- assicurazione medica e contro l’annullamento viaggio 
- organizzazione tecnica

La quota non comprende:
- volo con Air France a partire da 800 Euro (incluse tasse) 
- visto di ingresso in Madagascar (attualmente il costo è 50 Euro) 
- spese personali  acqua e bevande  escursioni facoltative ad Anakao 
- visita facoltativa di Antananarivo 
- i pranzi liberi (sono generalmente pasti frugali in cui si acquista della frutta nei mercati lungo il percorso; pertanto il costo calcolato è di 5 Euro indicativi a pasto)
- mance ed extra personali
- tutto quanto non espressamente indicato ne "la quota comprende"

La cifra stabilita prevede un certo tipo di vitto e alloggio e nel caso si desiderino delle sistemazioni diverse, il maggior valore sarà a carico del cliente. 

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Appunti di Viaggio

TIPOLOGIA DI VIAGGIO
Interesse prevalente: etnico e naturalistico.


Capitale: ANTANANARIVO
Superficie: 587.051 km²
Fuso orario: +2h rispetto all'Italia, +1h quando in Italia vige l'ora legale

DOCUMENTI NECESSARI PER VIAGGIATORI DI NAZIONALITA' ITALIANA
Il passaporto deve avere una validità minima di sei mesi.
Per visitare il Madagascar i cittadini italiani devono essere muniti di visto d'ingresso, ottenibile direttamente all'aeroporto di Antananarivo senza dover produrre alcuna documentazione, né foto, a parte il passaporto valido.
Il costo del visto si aggira intorno ai 50 euro. Il visto consente di soggiornare nel paese per un massimo di 90 giorni.

VACCINAZIONI
Non è obbligatoria nessuna vaccinazione, anche se viene consigliata la anti-tifica.
Vista la presenza diffusa di zanzare, dal tramonto è buona norma indossare vestiti che coprono il più possibile e fare uso di prodotti repellenti soprattutto sulle gambe e i piedi, zampironi e/o piastrine anti-zanzare. Per la profilassi anti-malarica rivolgersi alle apposite strutture sanitarie.
Attenzione: nel caso di provenienza da paesi diversi dall'Italia, verificare di essere in possesso delle vaccinazioni necessarie.

VALUTA
La moneta ufficiale è l'Ariary compare nei discorsi fra i locali e soprattutto nei mercati, magari scritto a gesso su una lavagnetta posta vicino alla carne o ai legumi; mentre il Franco Malgascio si trova nei negozi di ogni tipo, nelle società, nei commerci, nelle banche, ecc.
Nelle banche si trova sempre il listino dei cambi di tutte le principali divise mondiali.
Si consiglia di portare possibilmente euro in tagli da 50 a 200 poiché questi sono valutati ad un cambio più favorevole.
Lasciando il paese è meglio aver speso tutta la propria scorta di Fmg, in quanto ne è vietata l'esportazione.
Le carte di credito sono poco diffuse in Madagascar e inoltre le banche impongono commissioni elevate; quindi non ci si può contare troppo.
Le banche autorizzano il prelievo di valuta locale con alcune carte di credito tra cui Visa e Master Card; in alcuni casi l'importo è limitato, soggetto a commissione bancaria e bisogna attendere anche alcune ore.

TELEFONO
Per telefonare in Italia occorre comporre il prefisso internazionale 0039 seguito dal numero dell’abbonato. Informiamo che telefonare dagli alberghi o altre strutture ricettive è raramente possibile e piuttosto costoso: consigliamo di utilizzare i telefoni pubblici o munirsi di una scheda telefonica locale per cellulari. I telefoni cellulari hanno copertura nella rete GSM del Madagascar, ma per notizie specifiche preghiamo di chiedere informazioni presso il proprio gestore.

CUCINA
La cucina malgascia è a base di riso, abbinata ad ottima carne, pesce fresco e verdure genuine.
Il tutto accompagnato con la birra locale. Molto buono è anche il rhum. E' invece sconsigliato il vino, costoso e di qualità mediocre.

PRECAUZIONI IGIENICHE
In viaggio è sempre bene tenere presenti alcune semplici regole igienico-sanitarie atte a prevenire quelle problematiche determinate dal cambiamento di clima, ambiente, abitudini alimentari, che ogni viaggiatore esperto ha fatto proprie:
- non bere mai acqua che non sia bollita o acqua e bevande che non siano contenute in bottiglie sigillate
- evitare l'uso del ghiaccio
- evitare il latte e i suoi derivati, a meno che siano stati preventivamente pastorizzati
- evitare il consumo di verdure, carne e pesci crudi e optare per la frutta che si deve sbucciare
- non camminare a piedi nudi.
Si consiglia inoltre, per quanti facciano uso abituale di medicinali, di portarli dall'Italia.

CLIMA E ABBIGLIAMENTO
Il Madagascar offre una grande varietà climatica che comprende quasi tutte le combinazioni di caldo, secco, umido e freddo. La costa orientale è la parte del Paese dove il clima è maggiormente caldo-umido. La parte più asciutta è quella meridionale dell'isola insieme alla costa occidentale centrale. Le zone degli altopiani hanno un clima che va dal caldo umido in estate al freddo secco in inverno.
La stagione migliore per visitare il Paese è da giugno ad ottobre, ovvero il periodo invernale in Madagascar: fa fresco nelle località sugli altipiani come Antsirabe, Perinet ed Antananarivo; nelle altre località la temperatura è gradevole e si aggira sui 25 gradi. Consigliamo di portare un abbigliamento misto, adatto ad una nostra primavera, ma senza tralasciare qualche capo caldo di lana, un copricapo, un k-way e scarpe comode per camminare. Ognuno dovrà comunque regolarsi in base alle proprie abitudini.

CORRENTE ELETTRICA
La corrente elettrica è di 110 o 220 volt con frequenza a 50 Hz. È consigliabile munirsi di un adattatore universale.


SISTEMAZIONI
Durante il viaggio si alloggia in alberghi, bungalow e piccoli lodge. Nell’ottica di far sì che le condizioni di viaggio siano sicure e sane, le strutture ricettive sono il più possibile accoglienti e decorose, pur rimanendo conformi all’etica di viaggio scelta e quindi semplici ed essenziali. Il viaggio è considerato semplice grazie al confort offerto da queste strutture e dall’ospitalità delle genti locali, ma è comunque richiesto un certo spirito di adattamento. Non è possibile garantire sempre acqua calda e corrente per tutto il giorno.

PASTI
Il trattamento previsto è di mezza pensione (colazioni e cene incluse). I pranzi sono generalmente frugali: spesso si acquista dell’ottima frutta nei mercati. La cucina malgascia è a base di riso, abbinata ad ottima carne, pesce fresco e verdure genuine. Il tutto accompagnato con la birra locale. Molto buono è anche il rhum. E’ invece sconsigliato il vino, costoso e di qualità mediocre.

VIAGGIO E TRASPORTI
Il viaggio sarà effettuato con un mezzo privato ed un’autista forniti dai corrispondenti locali. Le strade a tratti sono buone, a tratti il manto è molto dissestato. Sono previsti lunghi spostamenti (alcuni di più di 4 ore) e un volo interno, come riportato nel programma. Il viaggio si svolge in un paese in via di sviluppo, uno tra i più poveri del mondo, e al di fuori dei circuiti turistici tradizionali; offre la straordinaria possibilità di scoprire luoghi eccezionalmente belli e unici al mondo, tuttavia, data la povertà e le problematiche sociali del Paese visitato è necessario un buono spirito di adattamento e di accettazione degli imprevisti, accompagnati da un sincero rispetto per la gente e le situazioni locali. Il personale degli uffici corrispondenti, gli autisti e le guide si adoperano per fare in modo che il vostro viaggio sia il più sicuro ed affascinante possibile; ma per quanto ci si impegni affinché il viaggio funzioni regolarmente, possono verificarsi piccoli imprevisti. E’ bene quindi partire per questa destinazione munendosi di molta pazienza e spirito di adattamento se le strutture ed i servizi non sono sempre come si vorrebbero: questa destinazione, come tante altre in Africa, è considerata “Terzo Mondo”. Ciò viene pienamente compensato dalla gentilezza e disponibilità della popolazione e dalle bellezze naturalistiche

NORME COMPORTAMENTALI

I malgasci hanno un estremo rispetto del culto dei morti: seppelliscono i loro antenati in bellissime tombe site in zone isolate e panoramiche. Proprio per questo in Madagascar è vietato indicare. Puntando il dito verso l’orizzonte potreste per caso offendere lo spirito di un antenato. Non solo, se sentite musica e persone che ballano per la strada, probabilmente vi state imbattendo in una festa per la riesumazione di qualche parente: non preoccupatevi di unirvi alla parata o di osservarli. Gli ospiti sono ben graditi, l’importante è offrire una bottiglia di rum ai parenti del festeggiato!
Per strada incontrate molti bambini che vi chiederanno caramelle e penne: vada per le penne che sono estremamente utili, ma assolutamente non date caramelle perché i piccoli non vanno dal dentista e sappiamo tutti che i denti cariati fanno male e cadono!
Il paese fa parte del CITES; numerosi manufatti di fauna o flora locale possono essere esportati grazie a un permesso che si ottiene normalmente al momento dell'acquisto. La normativa locale per i reati quali uso e traffico di stupefacenti, comprese le droghe leggere, prevede pene severe che variano, secondo la gravità del caso, da 6 mesi a 2 anni di reclusione.

BIBLIOGRAFIA

Madagascar magico. I segreti della sciamana dell'isola rossa” di Mattei Roberto, Ed. Magnanelli
Madagascar, l'isola dei contrasti” di Nervi Luciano, Ed. Velar
Madagascar agli arbori del mondo” di Tomasulo Raffaele - Sartorio Luisa, Ed. Pintore
Il Tromba. Un culto di evocazione dei morti” di Comito Angelo, Ed. La Rondine

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!

Mappa

Vuoi maggiori informazioni su questa offerta?

Compila il modulo qui sotto e ti contatteremo per creare insieme il tuo viaggio


Riferimenti contatto


Tutto quello che vuoi raccontarci (domande, richieste particolari, altro...)


Newsletter X

Non perderti le migliori offerte della settimana!
Lascia qui la tua email per ricevere ogni settimana le offerte più interessanti e uniche!